L’importanza di chiamarsi…

tumblr_omey68sr5j1w67tn1o1_r1_540

-“Te lo chiedo per favore Selva, per una volta, lasciami fare il padre con Fax.”-

-“L’ultima volta che ti ho lasciato fare hai registrato quel bambino all’anagrafe con il nome di un dispositivo elettronico.”-

-“Non essere amara,sai bene cosa significa quel nome.”-

-“Sì, lo sappiamo tu, io e quattro ascari morti in Eritrea nel 1941.”-

-“Va bene, sei stanca, è la tua frustrazione a parlare.”-

-“Se liberassi la mia frustrazione, non parlerei, darei fuoco a questa dannata Contea.”-

Abel Mac Allister e Selva Maneri
A life in a Fax   Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

La torta del duca

tumblr_osj8zavnz71w67tn1o1_540

-“Torniamo a casa nonna.”-

-“Io sono a casa.”-

-“Che posto è questo?”-

-“Villabruzzi, in Somalia. Non è bellissima?”-

-“È in macerie, sento le urla delle iene.”-

-“Le iene stanno ridendo.”-

-“Cosa facciamo qui da soli?”-

-“Aspettiamo.”-

-“Chi?”-

-“Sua Altezza Reale il Duca degli Abruzzi, ha promesso che verrà.”-

-“Lui non verrà.”-

-“Certo che verrà! Il villaggio porta il suo nome, la banda suonerà “Africanina”, quella torta è per lui.”-

-“È un cumulo di muffa marcia.”-

-“Eh, il caldo, la sabbia, le mosche…Sua Altezza il Duca è un po’ in ritardo.”-

-“Da quanto lo aspetti?”-

-“Non tanto, dal 1933.La banda suonerà “Africanina”. Il villaggio si chiama come il Duca, quella torta è per lui…”-
Proiezioni oniriche notturne. Fax incontra Rachele Maneri al Villaggio Duca degli Abruzzi.

La torta del Duca – Fax Mac Allister – Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

Fantasmi

tumblr_orx1ea2qm81w67tn1o1_540

Dubitavo che quella vecchia leggesse il futuro nelle conchiglie, ma aspettavo la sua sentenza:

-“Sei figlio di una bugia, giovane Fax.”-

-“Chi mente?”-

-“Tutti mentono, tu menti! Addolcite il vostro passato africano, ma la sabbia di Tripoli graffierà i vostri denti e il sole di Massaua vi tormenterà accecandovi in sogno.”-

Malacomante eritrea legge le conchiglie a Fax
A life in a Fax   Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

Take away

tumblr_om5hfaoubr1w67tn1o1_r1_540

-“Perché non rispondevi al telefono?”-

-“Sai come si dice, non si parla con la bocca piena.”-

-“Ma non era ora di cena.”-

-“Martin visita a domicilio anche fuori pasto.”-

-“Martin?…Martin il bibliotecario! Esiste un maschio che non ti sei scopato dentro questo campus?”-

-“Sì, tu, e la cosa mi secca un po’. Take away da me?

Fax Mac Allister e Leonard Schorn
A life in a Fax   Copyright ©   www.faxmacallister.com

Philanthropists

tumblr_olp0bey6ct1w67tn1o1_r1_540

“Annabel Spencer si era guadagnata un posto in paradiso contribuendo economicamente a restaurare il tetto della chiesa. Poi se ne assicurò uno all’inferno minacciando il reverendo di scoperchiare il tetto nuovo, quando lui le preferì Greta Mac Donald come responsabile dell’associazione filantropica.”

Fax Mac Allister
A life in a Fax   Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

Christmas atmosphere

tumblr_ososh9xt9m1w67tn1o1_540

Il Reverendo Randall sermoneggiava dal pulpito la sera della vigilia
-“Abbiamo smarrito l’autentica gioia del Natale. Lasciatelo entrare generosamente senza timori, lasciate penetrare l’antico spirito di condivisione del Natale. ”-

Persuaso dalla saggezza talare, mi lasciai (generosamente) penetrare da Steve Naude che interpretava lo spirito del Natale passato di Charles Dickens al Civic Theatre. Poi, raggiunsi la tradizionale cena di famiglia.

Fax Mac Allister
A life in a Fax   Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

tumblr_os9n3ur4at1w67tn1o1_540

☏ -“Benvenuti nel servizio clienti Boer Bank , sono l’operatore numero 294KJ,con chi ho il piacere di parlare?”-

-“Oh finalmente! Sono la signora Sprigg, titolare di una vostra carta di credito!-“

-“Buongior…”-

“- Ma lo sa che sono in linea da oltre mezz’ora?”-

-“Mi disp…”-

“- Il vostro risponditore automatico non funziona! Chiede di digitare la data di nascita, il numero del bancomat e altre diavolerie per poi dirmi che i dati non sono corretti, così riparte daccapo. I miei dati non sono corretti! Mi sento umiliata, ho depositato il mio primo buono fruttifero nelle vostre casse nel 1963 quando la lo Zimbabwe si chiamava ancora Rhodesia, ah bei tempi quelli, strade pulite e gente in ordine, quindi mi rifiuto di essere affidata a una voce elettronica difettosa, siamo persone in nome del cielo! Dove ci porterà questo abuso della tecnologia? Un branco di alienati incapaci di riconoscere il vicino di casa. Ho insegnato letteratura inglese per 45 anni alla Hoer Tegniese Skool di Kimberly, per me il contatto umano è tutto,non possiamo essere sostituiti dalle macchine! A proposito, visto che finalmente parlo con una persona, posso sapere come si chiama lei?”-

-“Fax.”-

☎ tu tu tu tu

-“Signora Sprigg? Signora Sprigg…?”-

Fax Mac Allister impiegato al customer care Boer Bank South Africa
A life in a Fax   Copyright ©  http://www.faxmacallister.com

Ubiquity

tumblr_omvhyczuhx1w67tn1o1_r1_540

“A 12 anni mi imposi l’astensione dall’onanismo.
Poi un giorno il postino ci recapitò il “Jesus Digest”,
un settimanale cattolico che su quel numero pubblicava
le foto di un giovane prete podista in calzoncini.
Lo interpretai come un permesso speciale dall’alto,
ed espressi tutta la mia riconoscenza col vigore dei polsi,
rispettosamente raccolto nella toilette.“-

Fax Mac Allister
A life in a Fax  Copyright © http://www.faxmacallister.com